CORSO LAVORI IN QUOTA E DPI III CATEGORIA

I LAVORI IN QUOTA (sopra i due metri di altezza – art. 107 D. Lgs. 81/08) espongono i lavoratori al rischio di “caduta dall’alto” che presenta spesso conseguenze molto gravi. Secondo il D. Lgs. 81/08 il datore di lavoro ha l’obbligo di affidare i compiti ai lavoratori tenendo conto delle capacità e delle condizioni degli stessi in rapporto alla loro salute e sicurezza . Gli artt. 36 e 37 del D. Lgs. 81/08 specificano l’obbligo formativo per i rischi cui sono esposti i lavoratori in relazione all’attività svolta, le normative di sicurezza e le disposizioni aziendali in materia.

Tale formazione deve riguardare in modo particolare i dispositivi di protezione contro le cadute dall’alto che, essendo di III categoria, ai sensi dell’art. 77, comma 5, del D. Lgs. 81/08, comportano l’obbligo di provvedere all’addestramento sul loro uso.

FORMAZIONE AMBIENTI CONFINATI E/O SOSPETTI DI INQUINAMENTO

Il D. P. R. 177/2011 prescrive criteri di qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi che operano in ambienti confinati o con sospetti di inquinamento, in particolare per quanto riguarda gli aspetti di formazione, addestramento ed equipaggiamento: la sua applicazione pertanto interessa sia le imprese che i committenti di tali tipologie di lavori. Il D. P. R. n. 177/11 prevede l’obbligo per i datori di lavoro delle imprese che effettuano lavori in ambienti confinati, in aggiunta ai già previsti obblighi del D. Lgs. 81/08, di effettuare una specifica informazione, formazione e addestramento a tutti i lavoratori (compreso il datore di lavoro, qualora impegnato nei lavori, o il lavoratore autonomo), comprensiva di verifica di apprendimento e di un aggiornamento periodico e l’obbligo per il committente di informare, prima dell’accesso nello spazio confinato, tutti i lavoratori impegnati in merito a tutti i rischi presenti nell’area di lavoro, con un incontro di durata non inferiore ad un giorno.

ACCESSO E POSIZIONAMENTO MEDIANTE FUNI IN SITI NATURALI E ARTIFICIALI – MODULO A

Corso per operatori nell’esecuzione di lavori temporanei in quota, ove sia necessario l’impiego di sistemi di accesso e posizionamento mediante funi in siti naturali e artificiali. Il percorso formativo è finalizzato all’apprendimento di tecniche operative adeguate ad eseguire in condizioni di sicurezza le attività che richiedono l’impiego di sistemi di accesso e posizionamento mediante funi, per il lavoro in sospensione in siti naturali e artificiali in accordo agli schemi dalla norma UNI ISO 22846-2 maggio 2017.

È obbligatorio per tutti quanti operano nel settore e aspirano all’ottenimento della certificazione come disposto dall’Allegato XXI del D. Lgs. 81/2008

CORSO RIVENDITORI DPI ANTICADUTA

Indirizzato a rivenditori e tecnici-commerciali specializzati nella vendita dei prodotti anticaduta Honeywell Miller per approfondire le conoscenze tecnico-pratiche dei DPI e dei sistemi permanenti anticaduta (DPC).

OBIETTIVI: Capire i DPI dalla creazione alla vendita sul mercato. Sensibilizzare i clienti per motivare gli acquisti. Utilizzo e scelta dei DPI contro le cadute dall’alto in base all’ambiente e alla situazione di lavoro. Utilizzo e scelta dei DPC temporanei e fissi contro le cadute dall’alto.

 

ADDESTRAMENTO AL SOCCORSO

ACCESSO E POSIZIONAMENTO MEDIANTE FUNI IN SITI NATURALI E ARTIFICIALI – MODULO B TREE CLIMBING

 

OBIETTIVO DEL CORSO DI TREE CLIMBING è portare il corsista a conoscere ed utilizzare strumenti e tecniche di lavoro sicure ed affidabili che gli consentano di accedere e sapersi muovere all’interno della chioma degli alberi.

COS’È IL TREE CLIMBING?

Il tree climbing, letteralmente “arrampicata sugli alberi” è una tecnica che permette, attraverso l’uso di funi ed imbraghi, di accedere alla chioma dell’albero in assoluta sicurezza. La tecnica del tree climbing viene utilizzata in arboricoltura per eseguire operazioni di potatura, consolidamenti, ancoraggi di piante d’alto e medio fusto. Si tratta di un metodo di lavoro che consente di eseguire questi interventi direttamente all’interno della chioma dell’albero, raggiungendo ogni punto della pianta e ovunque questa si trovi. E’ possibile arrivare dove non sarebbe possibile con l’uso di piattaforme di lavoro elevabili, come piccoli cortili e giardini in mezzo alle case, terreni ripidi, rivi di fiumi o pendii. In Italia questa metodologia si è diffusa nei primi anni ’80 ed è regolamentata dal Testo Unico in Materia di Sicurezza, D.Lgs 81/08 e smi.

PROGRAMMA

PARTE TEORICA Nella prima parte, 12 ore teoriche, si conoscono le particolarità e le differenze tra diversi dispositivi di protezione individuali (DPI) specifici del lavoro in quota su fune. Si impara a riconoscere i principali rischi del lavoro su fune e i principali rischi dovuti alla struttura dell’albero con la metodologia V.T.A., valutando di conseguenza i possibili sistemi e le procedure più appropriate di prevenzione. Si studiano le principali norme contenute nella legislazione in materia di sicurezza (D.Lgs 81/08 e smi).

PARTE PRATICA Nella parte pratica, in modo graduale, si affrontano tutti i passaggi che un operatore tree climber, durante il lavoro, deve conoscere e utilizzare per poter operare in sicurezza ed in modo efficiente.Si apprendono le principali tecniche di accesso su fune, i giusti movimenti all’interno della chioma e le caratteristiche dei dpi specifici per il lavoro su alberi. Si fanno uscite e rientri lungo le branche dell’albero, concentrando l’attenzione sulla corretta postura e realizzando sistemi capaci di rendere la movimentazione più comoda e sicura.

OBIETTIVO
Lo scopo del corso di tree-climbing è dare una formazione ed un addestramento che permetta di utilizzare, in modo autonomo, i corretti sistemi di lavoro sugli alberi; verrà inoltre dato spazio, nel corso delle esercitazioni, alla gestione delle emergenze e alle tecniche base di recupero del ferito.

Durata
Parte teorica: 12 ore (in aula) – prevista prova di verifica finale
Parte pratica: 28 ore specifiche pratiche per l’accesso e l’attività lavorativa su alberi

Numero allievi
Minimo 4 – Massimo 8
Abbiamo scelto di fare dei corsi per piccoli gruppi per garantire la massima qualità e poter seguire al meglio ogni allievo.

Attestato
In seguito al superamento di una prova di verifica finale, viene rilasciata l’abilitazione ai lavori in quota su fune specifica per lavori su alberi come previsto dal d.lgs. 81/08 e smi.

GESTIONE DELLE EMERGENZE IN TREE CLIMBING Una buona formazione degli operatori consente di intervenire in modo molto rapido e mantenendo alti standard di sicurezza, sia per i soccorritori, che per l’operatore feri

CORSO USO E MANUTENZIONE MOTOSEGA

A seguito dell’evoluzione delle normative sulla sicurezza, l’utilizzo di diverse attrezzature di lavoro è oggi soggetto all’obbligo di formazione degli utilizzatori. La motosega, ed altri utensili da giardinaggio o forestali sono macchine divenute strumento immancabile nel lavoro, ma che comportano gravissimi rischi se usati in modo scorretto. I corsi sul “Corretto utilizzo della motosega” da noi proposti sono gestiti ed organizzati in modo da combinare al meglio informazioni e concetti teorici con un’esauriente parte pratica in campo. Vengono affrontati tutti quei fattori che, in modo diretto o indiretto, incidono sulla sicurezza e sulla comodità d’uso della motosega.

CORSO ADDETTI ANTINCENDIO

Il Datore di lavoro, come previsto dall’art. 43 comma 1 lettera b) del D. Lgs. 81/08, è tenuto a designare uno o più lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e gestione delle emergenze (scarica fac simile designazione). Tutti i lavoratori addetti alla squadra di emergenza antincendio devono ricevere una specifica formazione attraverso dei corsi antincendio specifici. I contenuti dei corsi di formazione antincendio devono essere correlati alla tipologia delle attività ed al livello di rischio incendio delle stesse (rischio basso, rischio medio o rischio elevato) e conformi al DM 10/03/98. Inoltre l’art. 37 del D. Lgs. 81/08 richiede anche che ogni addetto alle squadre antincendio effettui un aggiornamento antincendio periodico della formazione. Oltre ad una consulenza in ambito antincendio Vertika vi offre i corsi antincendio a secondo dei rischi aziendali:

RISCHIO BASSO

Il decreto legislativo 81/08 all’art. 43 comma 1 lettera b) stabilisce che il datore di lavoro è tenuto a designare uno o più lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze. Tutti i lavoratori che svolgono l’incarico di addetto alla squadra di emergenza antincendio devono ricevere una specifica formazione attraverso specifici corsi. I contenuti di tali corsi di formazione antincendio devono essere correlati alla tipologia delle attività ed al livello di rischio incendio delle stesse (rischio basso, rischio medio o rischio elevato). I nostri corsi di formazione antincendio rispettano quanto previsto dall’allegato IX del D. M. 10/03/1998 per quanto concerne i contenuti minimi essenziali e garantiscono un’ottima preparazione delle squadre di emergenza ottenuta grazie al personale esperto e agli ottimi supporti informativi.

RISCHIO MEDIO

Il decreto legislativo 81/08 all’art. 43 comma 1 lettera b) stabilisce che il datore di lavoro è tenuto a designare uno o più lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze. Tutti i lavoratori che svolgono l’incarico di addetto alla squadra di emergenza antincendio devono ricevere una specifica formazione attraverso specifici corsi. I contenuti di tali corsi di formazione antincendio devono essere correlati alla tipologia delle attività ed al livello di rischio incendio delle stesse (rischio basso, rischio medio o rischio elevato). I nostri corsi di formazione antincendio rispettano quanto previsto dall’allegato IX del D. M. 10/03/1998 per quanto concerne i contenuti minimi essenziali e garantiscono un’ottima preparazione delle squadre di emergenza ottenuta grazie al personale esperto e agli ottimi supporti informativi.

RISCHIO ALTO

Il decreto legislativo 81/08 all’art. 43 comma 1 lettera b) stabilisce che il datore di lavoro è tenuto a designare uno o più lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze. Tutti i lavoratori che svolgono l’incarico di addetto alla squadra di emergenza antincendio devono ricevere una specifica formazione attraverso specifici corsi. I contenuti di tali corsi di formazione antincendio devono essere correlati alla tipologia delle attività ed al livello di rischio incendio delle stesse (rischio basso, rischio medio o rischio elevato). I nostri corsi di formazione antincendio rispettano quanto previsto dall’allegato IX del D. M. 10/03/1998 per quanto concerne i contenuti minimi essenziali e garantiscono un’ottima preparazione delle squadre di emergenza ottenuta grazie al personale esperto e agli ottimi supporti informativi. Per ogni partecipante al corso verrà rilasciato un attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento. Si ricorda che i lavoratori addetti all’emergenza antincendio delle aziende che ricadono nell’allegato X del D. M. 10/03/1998 dovranno successivamente al corso effettuare le verifiche di apprendimento presso il Comando dei VVF al fine di conseguire l’idoneità tecnica di cui all’art.3 della Legge n. 609 del 28/11/96.